Dobbiamo dare una Laurea a Di Maio

PORCA TROIA! MA COME FA UNO CON IL DIPLOMA DI SCUOLA MEDIA A FARE IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DEL LAVORO? DOBBIAMO DARGLIELA LA LAUREA! PER FORZA!

Diciamoci la verità, l'italiano medio si è accorto che i cinesi potrebbero diventare padroni a casa nostra quando i due blasoni del calcio milanese e nazionale sono passati in mani cinesi. Sempre in pochi hanno capito se l'acquisto della Pirelli sia un vantaggio per noi o per il colosso statale ChemChina.

Eppure negli ultimi anni aziende cinesi hanno comprato lo storico marchio di moto Benelli, o la mitica Krizia, oltre agli oli Berio e Sagra. Per non parlare delle partecipazioni nelle nostre big dell'energia e delle comunicazioni (Terna, Snam e Telecom). Cosa si cela dietro questo shopping? Se ci fosse dietro un disegno geopolitico preciso da parte di Pechino? In vista dell'accordo della Via Lattea della Seta, ai due contraenti andrebbero rinfrescati alcuni concetti chiave. 
Ti interessano i porti di Trieste e Genova? Bene signor Xi. Stabiliamo un accordo di Joint Ventures, ossia di cogestione in cui si faccia business insieme e non accada come in Africa o nel porto del Pireo in Grecia dove gli invitati non erano commensali ma parte del menu. Al super ministro Di Maio va ricordato che ai tedeschi, senza cedere un cazzo, sono state concesse esportazioni in Cina pari a 200 miliardi di euro che al netto delle importazioni di 120 danno un saldo positivo di 80 miliardi di euro, mentre noi esportiamo lì 13 e importiamo 28 (dati 2017, che stronzi! ).

Ecco signor Di Maio potresti dire al successore di Mao Tse-Tung che noi adesso aspiriamo a una condizione di livello almeno pari a quello raggiunto dalla scienziata Angela Merkel? (vale la pena segnalare che la signora è laureata in fisica con dottorato in chimica quantistica all'accademia delle Scienze di Berlino).

E a te stesso che le strutture strategiche devono essere fuori da quest'accordo e metterci dentro qualche clausola di reciprocità? E se poi dimostri pure, caro ministro dell'economia senza titolo, di essere un grande diplomatico stratega facendo capire ai nostri alleati europei e d'oltreoceano il vero significato di questo accordo, ossia quello di reinserire l'Italia nel grande circuito internazionale di scambio merci, potremmo pensare allora di assegnati la laurea ad honorem, a parziale rimedio del vuoto di lauree registrato in Italia dove, secondo la stima OCSE, peggio di noi c'è solo il Messico. Dai Luigi, impegnati!

Contatti

Via Bellini, 38
73040 Melissano (LE)
Tel.: (+39) 392 260 5288
Email: info@wtsitaly.com

Copyright 2017 by MMT Informatica

Statistiche